Il New York Times acquisisce HelloSociety, agenzia specializzata in Native Advertising

Il New York Times investe nel Native Advertising come nuova forma di marketing. I vertici del quotidiano hanno annunciato da qualche giorno l’acquisizione dell’agenzia digital HelloSociety, specializzata nella creazione di campagne sui social network e in native advertising. La società è stata in grado di creare branded content di impatto grazie alle relazione con una rete di circa 1.500 influencer su Pinterest, Instagram, Vine, YouTube e sui blog.

influencer

I termini finanziari dell’operazione, con l’integrazione tra HelloSociety e T Brand Studio, la divisione native del Times che nel 2015 ha raddoppiato i propri ricavi, non sono stati diffusi, ma è chiara l’intenzione di puntare tutte le risorse sull’influencer marketing e tutte le relative declinazioni Native.

Lanciata nel 2012, HelloSociety prima di passare nelle mani dell’editore, faceva capo a Science Inc. “Vogliamo accelerare il nostro sviluppo e ampliare la gamma di servizi creativi e di marketing che offriamo ai clienti. La strategia e i risultati di HelloSociety sono il complemento ideale alla nostra visione strategica per il futuro del marchio T Studio “, ha detto Mark Thompson, presidente e CEO di The New York Times Company.


About Author

Author Image

Armando Travaglini
Armando Travaglini è consulente e formatore sui temi del web marketing e lavora con le PMI italiane per la definizione delle migliori strategie per ottenere la massima visibilità online. armandotravaglini.it | digitalmarketingturistico.it

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


nove − = 5