Native Avertising, Display Advertising e l’impatto del Mobile

native advertising

All’interno dell’universo della pubblicità online, c’è stata una battaglia molto accesa su quale fosse la forma che funzionasse meglio. Gli annunci tradizionali (display o keyword-based)? Oppure la pubblicità nativa? Secondo i risultati di uno studio sull’efficacia della pubblicità nativa  condotto da Sharethrough e IPG Media Lab, la pubblicità nativa coinvolge il pubblico in modi molto più profondi rispetto alle altre forme di pubblicità online. L’obiettivo dello studio è quello di misurare “l’attenzione visiva” relativa a diverse tipologie di pubblicità native per vari brand.  Piccola nota a margine: Sharethrough ha tutto l’interesse a dare questi numeri in costante aumento, in quanto è una società che si occupa proprio di pubblicità nativa ed ha appena lanciato la piattaforma Mobile Stories per la gestione degli annunci pubblicitari sui dispositivi mobile.

Affrontare il mondo mobile con gli annunci nativi è ancora un territorio inesplorato. Ovviamente il mobile sta esplodendo, sia dal punto di vista del numero di utilizzatori sia per quanto riguarda il traffico che viene generato sempre più massicciamente da questi dispositivi verso la stragrande maggioranza dei siti web.  L’obiettivo è chiaro: andare incontro al consumatore esattamente nel posto dove lui trascorre la maggior parte del suo tempo e cercare di coinvolgerlo con annunci personalizzati in base ai propri interessi.

Qui ci sono alcuni risultati dello studio che riportiamo in questa infografica:

Alcuni dati degni di nota:

  • I consumatori hanno visualizzato gli annunci nativi il 53% più frequentemente rispetto agli annunci display
  • il 25% in più dei consumatori hanno visualizzato un annuncio nativo “in-feed” rispetto a quelli tradizionali
  • La pubblicità nativa ha registrato un 18% in più di intenzioni di acquisto ed il 9% in più di brand affinity rispetto alle altre forme pubblicitarie tradizionali
  • Il 32% degli intervistati ha detto che l’annuncio nativo “è un annuncio che potrebbe essere condiviso con un amico o un familiare” rispetto al 19% per gli annunci display.

About Author

Author Image

Armando Travaglini
Armando Travaglini è consulente e formatore sui temi del web marketing e lavora con le PMI italiane per la definizione delle migliori strategie per ottenere la massima visibilità online. armandotravaglini.it | digitalmarketingturistico.it

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


9 − nove =